LOCANDINA evento2 web

Il 23 febbraio 2016 prenderanno il via gli incontri dell'Osservatorio di Genere (OdG) con gli studenti delle scuole superiori di Macerata per Walls and Integration: images of Europe building (WAI), progetto con capofila il Comune di Macerata, finanziato nell’ambito del programma Europa per i cittadini che vanta tra i suoi partner l'OdG, l’Istituto Tecnico Commerciale Gentili di Macerata, l’Università degli Studi di Trento, l'Università degli Studi di Padova, l'Universidad de Oviedo (Spagna), SUATEA (sindacato asturiano), Vytautas Magnus University (Lituania), Westfälische Wilhelms-Universität (Germania), University College Cork (Irlanda) e Eotvos Lorand Tudomanyegyetem – Budapest (Ungheria), tutti con esperienza in gestione e management di progetti comunitari".

Gli incontri sono parte delle attività che l'OdG metterà in campo nell'ambito dell'Event 2, Integration: la memoria, i racconti e le immagini in un confronto tra vecchie e nuove generazioni di europei...

 

Attività simili saranno organizzate dagli altri partner di WAI: in Spagna dagli esperti di SUATEA e in Lituania dagli esperti della Vytautas Magnus University.: Liceo Classico “Leopardi” (23 febbraio 2016), ITC “Gentili” (26 febbraio 2016), Liceo Scientifico “Galileo Galilei” (8 marzo 2016) e Istituto Agrario “Giuseppe Garibaldi” (8 marzo 2016) sono le scuole i cui studenti parteciperanno agli incontri. Otto le classi interessate che rifletteranno insieme alle studiose dell'OdG sulle parole chiave che hanno ispirato il progetto: WALLS, muri reali ed ideologici che segnano divisioni politiche, culturali e di costume; INTEGRATION, intesa come un lungo cammino verso un'Europa inclusiva; BUILDING, inteso come processo in divenire. Gli incontri saranno inoltre l'occasione per presentare la mostra fotografica che sarà allestita a Macerata nel mese di maggio e in cui confluirà tutto il materiale raccolto dai partner di WAI in questi mesi tra l'Italia, la Spagna, la Lituania, l'Ungheria, la Germania e l'Irlanda. Le fotografie, ma anche le vignette e i manifesti che saranno parte integrante della mostra, serviranno per riflettere sui muri del passato e su quelli, fisici e simbolici, che stanno mettendo in discussione l'Europa così come noi oggi la conosciamo, compromettendo un processo di integrazione ancora incompiuto.

Il 12 maggio 2016, infine, in concomitanza con l'apertura della mostra, tutti gli studenti coinvolti nel progetto parteciperanno ad una lectio magistralis tenuta da Simone Attilio Bellezza, studioso dell'Università degli Studi di Trento. La lezione, intitolata, Un immaginario europeo: l'Ucraina dall'URSS all'Euromajdan, si terrà presso l'Aula Magna dell'ITC “Gentili” dalle ore 11.00 alle 13.00 e ha l'obiettivo di fornire agli studenti degli strumenti interpretativi per meglio leggere l'attualità e comprendere come i conflitti “periferici” possano avere delle ripercussioni sul processo di costruzione dell'Unione Europea.